Arianna Lelli Mami

Come ci guardano gli altri? Cosa succede quando guardiamo gli altri e gli altri guardano noi? Siamo contemporaneamente l’io e l’altro.

Come scrive Jean Paul Sartre, è sostanzialmente essere atto puro, « pura coscienza delle cose».
Si riconosce l’esistenza di altri io oltre al nostro, di altri sguardi che ci scoprono diversi e contribuiscono a definire e a definirci.

Attraverso lo sguardo altrui, l’ io, preso nella sua unicità, si sente definire in un modo e in un mondo che gli è nuovo, gli viene data una nuova veste sconosciuta.
La situazione diguardato, provoca una rottura. L’occhio è una lente fotografica che coglie nel riflesso il viso di un altro. Siamo tutti esposti all’atto predatorio di un io ignoto, come in fotografi. 

Using Format